Il nostro ufficio e il proprio Concept.

Pare che adesso tutti lo chiamino “Concept”.

Più semplicemente per “Concept” si intende la bozza concettuale delle idee e degli studi effettuati durante la fase embrionale nonché durante la realizzazione di un progetto.
In pratica rappresenta il messaggio definitivo che si vuole esprimere.

Probabilmente questo è quello che ha ispirato me.
Quello che mi porto dentro ed è venuto fuori.

Azzurro: Come gli occhi di un padre e di una madre che seguono costantemente il proprio figlio, che non mascherano la soddisfazione e la commozione di vederlo crescere sia fisicamente che professionalmente.
Ma anche come il cielo, perché è a lui che, con il naso all’insù, affidiamo i nostri sogni.

Verde: Come la natura, come la vegetazione, come la fertilità. Linfa vitale di ispirazione lavorativa e professionale. Verde come la difesa e la tutela di una professione spesso bistrattata e umiliata.
Come la trasparenza dei fondali marini, come la speranza di riuscire in questa impresa.
Verde come il colore degli occhi della persona che amo.

Il Legno: Come il legame profondo che ha la mia professione con la terra. Come simbolo vero e proprio di una cultura strettamente correlata con la mia città. Come concetto di sostenibilità, tema di estremo interesse che rappresenta una piccola rivoluzione nel settore dell’ edilizia e un volano importante per una ripresa che va nella direzione giusta, quella di costruire, per noi e per le future generazioni, un futuro sostenibile.

L’Acciaio: Come la tenacia che ha permesso la realizzazione di tutto questo e come la volontà che ho di fare sempre meglio. Come la forza che ci vuole nell’andare avanti e nel non arrendersi mai.

Grazie a tutti coloro che mi hanno aiutato, e soprattutto grazie a mio figlio Leonardo, il quale ogni volta che mi sorride m’illumina la vita.
Tutto questo, è dedicato a lui.

Antonio Conte
05.05.17